RadioLondra presenta SEAMUS BLAKE (Canada) feat. ALFONSO SANTIMONE, DANILO GALLO & ENZO ZIRILLI

L'ingresso al FolkClub è strettamente riservato ai soci, clicca qui per diventarlo

19/04/2019 ore 21:30

Ingresso: 25.00 €   Minori di 30 anni: 13.00 €   leggi regolamento sconti

CHIUSURA PRENOTAZIONI ORE 19.30          
ANCORA AMPIA LA DISPONIBILITA' DI POSTI A SEDERE           
venite direttamente al club in via Perrone 3 bis dalle ore 20.30 

Seamus Blake è unanimemente considerato uno dei sassofonisti più poliedrici e creativi della scena jazz contemporanea internazionale, da più di 20 anni. Dice di lui Enzo Zirilli: ...basti pensare che parallelamente all’attività di sassofonista (ai suoi livelli) è anche leader di un gruppo rock nel quale suona la chitarra e canta!! L'incontro tra Seamus Blake ed Enzo Zirilli avviene per caso al mitico Ronnie Scott di Londra, luogo strategico per gli incontri tra i musicisti provenienti da qualunque parte del mondo. Ne scaturisce una jam session infuocata che si protrae fino alle prime luci dell'alba, che non è altro che il succulento preambolo di un ormai inevitabile tour insieme!
Ecco dunque prendere forma, in maniera del tutto spontanea, la scelta di musicisti altrettanto poliedrici, curiosi e creativi come Alfonso Santimone e Danilo Gallo, che con Enzo avevano già suonato molto nei primi anni del 2000. Il repertorio eseguito dalla band nell’arco della serata rifletterà la poliedricità dei musicisti che lo compongono: canzoni tratte dal Songbook americano e del Sud America, ma anche del pop e del rock, oltre a brani originali e a momenti di pura ed estemporanea improvvisazione, il tutto condito dall'ausilio dell'elettronica sapientemente e magistralmente distillata. Una bomba di concerto da non perdere assolutamente! Seamus_Blake_2.jpgSeamus Blake. Nasce nel 1970 in Inghilterra e cresce a Vancouver, in Canada. A 21 anni, mentre è ancora studente presso il prestigioso Berklee College di Boston, gli viene chiesto di registrare insieme al leggendario batterista Victor Lewis. Dopo la laurea, si trasferisce a New York, nella cui scena jazz si afferma rapidamente. Nel febbraio 2002, Seamus si aggiudica il primo posto alla Thelonious Monk International Jazz Saxophone Competition a Washington e -in qualità di vincitore- si esibisce con Wayne Shorter e Herbie Hancock. Sassofonista e compositore, la sua musica è conosciuta per la sua raffinatezza, per la sua audace capacità improvvisativa e per la sua spavalderia. John Scofield, che lo ha ingaggiato per la sua Quiet Band, lo ha definito ...straordinario, un sassofonista totale. Durante i suoi 24 anni di carriera, Seamus ha raccolto un’infinità di elogi per il suo magistrale modo di suonare, per le sue capacità compositive e per la sua abilità come leader. Superconductor è il progetto più ambizioso di Seamus fino ad oggi ed è stato pubblicato a dicembre 2015. Al disco hanno preso parte Nate Smith, Matt Garrison, Scott Kinsey, un ensemble orchestrale di 7 elementi e anche John Scofield e Gonzalo Rubalcaba. L'album segna anche il debutto di Seamus con un EWI [strumento a fiato elettronico Ndr]. Seamus è anche ospite nell’album del pianista Gonzalo Rubalcaba Cammino, nominato ai Grammy del 2015. Come leader e co-leader, Seamus ha pubblicato 16 album. È presente come sideman su oltre 70 CD. Ha suonato in sei degli album dei gruppi di Mingus nominati ai Grammy. Continua a suonare e registrare con Bill Stewart, Kevin Hays, David Kikoski e Alex Sipiagin. Nel 2010 è stato ospite d'onore all'International Saxophone Symposium di Washington, ospitato dalla US Navy Band. Seamus ha anche registrato e si è esibito in tour con Dave Douglas. Tra i molti altri artisti con cui ha lavorato citiamo anche Eric Reed, Ethan Iverson, Chris Cheek e Matt Penman.
Gallo-Danilo-_Luca-Vitali_-1-2.jpgDanilo Gallo. Sommo produttore di gravità ritmiche. Per far ciò usa il contrabbasso, il basso elettrico, il basso acustico, le balalaike basse, il liuto contrabbasso... Nato a Foggia nel 1972, è membro ed emanazione del collettivo El Gallo Rojo Records. Le sue “referenze”? Uri Caine, Cuong Vu, Marc Ribot, Gary Lucas, Chris Speed, Rob Mazurek, Steven Bernstein, Elliot Sharp, Anthony Coleman, Ben Perowsky, Jim Black, Ralph Alessi, Tom Rainey, Angelica Sanchez, Mike Patton, Napoleon Maddox, Jessica Lurie, Alexander Balanescu, Bob Mintzer, Benny Golson, John Tchicai, Famoudou Don Moye, Steve Grossman, Enrico Rava, Francesco Bearzatti, Cristina Donà, Giovanni Falzone, Pietro Tonolo, Giancarlo Schiaffini, Enzo Favata… tra gli altri.
Danilo è il vincitore del Referendum indetto da Musica Jazz Top Jazz 2010 come miglior bassista.
Santimone.jpgAlfonso Santimone. Nato a Ferrara, durante gli anni 90 è stato membro stabile del quintetto di Giulio Capiozzo ed ha suonato e collaborato in Italia e in Europa con, tra gli altri, Harold Land, Robert Wyatt, Gorge Cables, Jimmy Owens, Tony Scott, Bruce Forman, John Clark, Ares Tavolazzi e Claudio Fasoli. Come compositore e arrangiatore scrive musica per opere teatrali, video e multimediali. Collabora da vari anni a molteplici progetti di musica sperimentale, elettronica e improvvisata, e ha partecipato a diversi lavori discografici come compositore e performer.
11146631_803351429743985_4558235389960975412_o.jpgEnzo Zirilli è considerato uno dei batteristi/percussionisti più creativi e versatili delle ultime generazioni. Dotato di una grande musicalità, che lo ha portato ad assorbire e personalizzare ogni forma di musica contemporanea, è attivo da più di vent'anni, avendo suonato e registrato in giro per il mondo con grandi musicisti afro-americani, italiani ed europei appartenenti alle aree del jazz, della world music e del pop, tra i quali: Dado Moroni, Enrico Pieranunzi, Bob Mintzer, Charlie Mariano, Steve Grossmann, Eddie Gomez, Antonio Forcione, James Moody, Tom Harrell, Ira Coleman, Rossana Casale, Marco Pereira, Ivan Segreto, Peppe Servillo, Flavio Boltro, Ares Tavolazzi, Larry Nocella, Randy Brecker, Gloria Gaynor, Fabrizio Bosso, Rosario Giuliani, Furio Di Castri, Emanuele Cisi e moltissimi altri. Dopo essere nato e cresciuto musicalmente a Torino, nel 2003 si trasferisce a Londra, dove in poco tempo si impone come uno dei musicisti più richiesti del Regno Unito e inizia a collaborare con alcune tra le icone musicali del jazz britannico ed internazionale quali Jim Mullen, Stan Sulzmann, John Etheridge, Liane Carroll, Ian Shaw, Omar LyeFook ed Hamish Stuart (per 10 anni a fianco di Paul McCartney) e altri musicisti delle ultime generazioni come John Parricelli, Gilad Atzmon, Alex Garnett, Brandon Allen, Quentin Collins, Ross Stanley.

Prossimi concerti

programma completo
26/04/2019 ore 17:37:44 | Jeff Php Framework, realizzato da Otto srl | accesso volontari - Cookie Policy