RICCARDO TESI & BANDITALIANA

L'ingresso al FolkClub è strettamente riservato ai soci, clicca qui per diventarlo

24/02/2018 ore 21:30

Prenotazione posti

Ingresso: 20.00 €   Minori di 30 anni: 10.00 €   leggi regolamento sconti

In anteprima l’album del 25° anniversario di Banditaliana!

Riccardo Tesi, uno degli artisti di punta del folk italiano ed europeo, alfiere di uno strumento che amiamo in modo particolare (l'organetto), è nostro sodale da più di trent’anni. Ha preso parte a tantissime nostre iniziative, ha suonato innumerevoli volte al FolkClub, a Maison Musique e in nostre sortite ‘esterne’: Occitanica, i concerti al Salone del Libro, International Folkdance Festival e molte altre; ha preso parte di buon grado a progetti speciali come La Notte degli Organetti (sul nostro palco con i suoi ‘eredi’ naturali Simone Bottasso e Filippo Gambetta nel novembre 2009)… insomma: fa parte di quel ristrettissimo manipolo di grandissimi musicisti che il FolkClub può a buon diritto considerare Amici. Eppure -ahinoi- abbiamo commesso un torto nei suoi confronti, torto che andava assolutamente riparato: cinque anni fa non l’abbiamo invitato per la stagione del nostro XXV anniversario! Ecco quindi che il primo -primissimo!- concerto che abbiamo confermato nello stilare il cartellone di questa trentesima stagione è stato proprio questo, cogliendo al balzo l’occasione offerta dalla pubblicazione dell’album che celebra i 25 anni di attività di Banditaliana. Un’eccezionale occasione per una stagione d’eccezione. Festeggiare con gli amici, è bello. Se sono grandi artisti, è ancor più bello!!
Riccardo Tesi ha rivoluzionato l'immagine e il vocabolario di questo strumento popolare, forzando i ristretti confini della musica popolare per inserirlo in ambito jazz e cantautorale (Tesi è stato l'organettista di Ivano Fossati, di Gianmaria Testa e di Fabrizio De Andrè nel suo ultimo album Anime Salve). Dagli esordi decisamente folk nel 1978, al fianco della straordinaria Caterina Bueno (alla cui figura, fondamentale per il folk italiano, Riccardo ha dedicato un disco e una serie di concerti), alle odierne collaborazioni, la storia musicale di Tesi vive di una preziosa continuità fatta di passione, audacia artistica e curiosità onnivore, CCF_0145_ridotta.jpgche dalla tradizione toscana lo ha accompagnato al confronto con quelle italiane, basche, inglesi, francesi e malgasce, con il jazz, il liscio e la canzone d’autore. Ciò che colpisce in Tesi è lo stile, chiaramente riconoscibile, attraverso il quale riesce a far parlare all’organetto una lingua arcaica e nuova al tempo stesso, dilatando il vocabolario e la tecnica di uno strumento rimasto a lungo patrimonio esclusivo della tradizione.
Il quartetto Banditaliana, fondato nel 1992 da una felice intuizione di Riccardo Tesi, è ormai uno dei gruppi italiani di world music più noti a livello internazionale. Composizioni originali, virtuosismi strumentali, preziosi incastri ritmici e arrangiamenti raffinati costituiscono la cifra stilistica del gruppo che con la sua musica fresca e solare ha incantato le platee dei più importanti folk e world festival mondiali. Fin dal suo esordio sono elementi portanti della band Maurizio Geri, voce solista e chitarrista funambolico, il cui stile fonde le tematiche legate alla musica mediterranea con l’improvvisazione swing-manouche, Claudio Carboni, sassofonista dotato di un fraseggio secco e preciso, cresciuto nella migliore tradizione del liscio, e Gigi ‘FastFoot’ Biolcati, il percussionista scalzo che, dal 2010, arricchisce con il suo personalissimo groove le sonorità di Banditaliana. In una sintesi di ampio respiro e grande equilibrio tra forme e riti della tradizione toscana, profumi mediterranei, improvvisazione jazz e canzone d’autore, Banditaliana crea una musica senza frontiere, di vivida bellezza espressiva e gioiosa musicalità, innovativa ma profondamente ancorata alle proprie radici. Ha all’attivo cinque CD pubblicati: l’omonimo Banditaliana (1998), eletto album dell’anno dal referendum della rivista Folk Bulletin; Thapsos (2000), disco del mese per Jam e Rockstar e premio ‘Bravo’ di Trad Magazine in Francia; Lune (2004), con le preziose collaborazioni di Patrick Vaillant, Ginevra Di Marco e Francesco Magnelli, Premio Città di Loano per la musica tradizionale italiana come ‘miglior album italiano di world music’; Madreperla (2011), presentato in anteprima al FolkClub nel marzo del 2011, e Maggio (2014), portato sul nostro palco nell’aprile del 2015. Nel 2012 abbiamo festeggiato a Maison Musique, con una grandiosa festa insieme a tanti amici, i 20 anni di attività di Banditaliana. Questo straordinario ensemble ritorna al FolkClub a distanza di tre anni dalla sua ultima apparizione, per presentare in anteprima l’album che celebra i suoi 25 anni di attività: una festa nella festa!

Prossimi concerti

programma completo
13/12/2017 ore 12:01:58 | Jeff Php Framework, realizzato da Otto srl | accesso volontari - Cookie Policy