BEPPE GAMBETTA

L'ingresso al FolkClub è strettamente riservato ai soci, clicca qui per diventarlo

15/12/2017 ore 21:30

Prenotazione posti

Ingresso: 15.00 €   Minori di 30 anni: 8.00 €   leggi regolamento sconti

Short Stories
Il poderoso chitarrista genovese presenta il suo ultimo, bellissimo album

Con ben 16 concerti al FolkClub al suo attivo, il nostro grande amico Beppe Gambetta -musicista e uomo eccezionale- non poteva certo mancare nella stagione che celebra il nostro trentesimo compleanno! Il filo dell’orizzonte come sfida e irresistibile richiamo, Beppe ha fatto del viaggio un’arte, componendo il suo personale mosaico di suoni e sapori. In giovanile pellegrinaggio lungo le mitiche blue highways dell’America profonda cantate da Woody Guthrie, Beppe_Gambetta_Short_Stories_ritagliata.jpgquel giovane chitarrista genovese sulle tracce della Roots Music americana ne ha macinata tanta -è proprio il caso di dirlo- di strada. Virtuoso dello stile acustico, universalmente riconosciuto come uno dei veri innovatori della sua generazione, consacrato ormai a livello internazionale, autore di sedici dischi, libri e video didattici, Gambetta è oggi considerato dagli stessi maestri americani un loro pari, degno continuatore di una tradizione musicale sempre viva e rinnovantesi. Di casa negli States (anche letteralmente: per buona parte dell’anno vive nel New Jersey), una fama consolidata grazie alle numerose tournée, alle partecipazioni ai più prestigiosi festival internazionali, dal Walnut Valley Festival di Winfield in Kansas al Merlefest di Wilkesboro in North Carolina, dai Festival Australiani di Port Fairy e Fairbridge ai festival canadesi di Edmonton e Winnipeg, e all’attività didattica nell’ambito di seguitissimi workshop, nel corso della sua carriera Beppe ha avuto l’opportunità di suonare con i più grandi artisti della scena folk internazionale, tra cui, per citarne alcuni: Doc Watson, Norman Blake, David Grisman e Gene Parsons. In un mondo dominato dalle logiche del mercato e in cui ad imperversare è la musica ‘plastificata’, tutta glamour e look, così fashion e trendy, Beppe_Gambetta_5_RIDOTTA.jpgGambetta propone la sua musica, intimamente sentita e vissuta, fatta di emozioni, immediatezza comunicativa, ricerca timbrica, sobrietà. Una musica ispirata, ma quasi pudica nello svelare sino in fondo i più riposti moti dell’animo, refrattaria a quell’ostentazione virtuosistica fine a sé stessa che, a questi straordinari livelli di eccellenza tecnica, costituisce una tentazione costantemente in agguato: Beppe -meticoloso artigiano dei sentimenti- lascia ad altri i funambolici esercizi a miracolo mostrare.
Sono passate tante decadi da quando il grandissimo chitarrista acustico genovese ha iniziato la sua vita on the road, prima nei club italiani, poi in tutta Europa, poi negli Stati Uniti fino a raggiungere con la sua musica tutti i 50 suoi Stati, e infine in tanti diversi continenti, spinto da quel sentimento che gli psicologi chiamano dromomania, ma che per Beppe è voglia di incontro con nuove melodie e nuove storie da raccontare. Proprio le storie provenienti da luoghi e culture diverse sono il filo portante del suo recentissimo, ultimo lavoro discografico, fatto di canzoni, vecchie melodie, ma anche di tante composizioni nuove e originali, sintesi delle nuove tecniche da lui inventate e perfezionate sulla chitarra acustica. L’America nel cuore, le radici tra il sole e gli ulivi del Mediterraneo, è con estrema naturalezza che Gambetta riesce a saldare le sponde dei due continenti, creando, a dispetto di quell’oceano frapposto lì in mezzo, una koiné musicale in cui roots music e tradizione ligure, musica d'autore e ballate popolari, moderne chitarre acustiche e antiche chitarre-arpa, non solo coesistono ma interagiscono, intrecciando un fitto dialogo avulso a ogni rigida classificazione. Musica popolare in cammino, orgogliosa e fiera del proprio passato ma con lo sguardo rivolto al futuro, capace di parlare al nostro presente perché radicata nella storia di generazioni di uomini e donne così diversi e così simili a noi. Musica girovaga, insofferente a frontiere e passaporti, esclusioni e ossessioni.
Musica vitale, appassionata, sobria. Che ci fa un cenno... seguiamola!

Il concerto avrà una fantastica quanto preziosa appendice didattica nella prestigiosa Masterclass che Beppe Gambetta terrà presso il FolkClub sabato 16 dicembre dalle 14:00 alle 18:00, un ritorno a continuare un'antica tradizione di insegnamento a Torino (posti limitati - per informazioni e iscrizioni contattare gli uffici del FolkClub in orario diurno: 011 57.12.791).

19/11/2017 ore 22:18:58 | Jeff Php Framework, realizzato da Otto srl | accesso volontari - Cookie Policy